Le nostre attività

Ricerca

Previous Next

Ranatalata 2016 - Buso de la Rana

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Eccoci qua, ad un altro aricoletto della vita del Gruppo e di tutti i nostri amici Speleologi.

Sarà circa il 10 dicembre, che un paio di amici vedono su Facebook un evento particolare: si chiama "Ranatalata 2016" ... scorrendo la descrizione si legge che si tratta di una bella rimpatriata goliardica di speleo al Buso della Rana. Ci si trova dalle 11.00 in poi nella Sala da Pranzo a circa 30 minuti dall'ingresso e si presenta così: "ognuno porti da mangare, da bere e tanta voglia di far festa". Un invito così potrebbe non invogliare i migliori sportivi ne i grandi alpinisti, ma i piccoli uomini che amano il buio, il vero buio terrestre, non se la lasciano scappare. 

Così qualche giro messaggi, ci aiuta ad organizzarci in due auto, e anche a evitare a Carlo di far scendere tutti di sabato, visto che aveva confuso la data fin all'ultimo, mentre la festa è domenica!!!

Comunque siamo d'accordo: siamo io, Fede, Mitch, Giova, Sara (un'amica di Ancona che studia a Trento) e Aleksandra, altra amica da due mesi a Trento (prima volta per lei in grotta). Così si parte; sono le 7.00 che vengo prelevato dall'auto di Fede occupata anche da Giova; partiamo per Lavis dimenticandoci di aspettare Mitch, colpa delle tante ore di sonno.

Così ci vediamo tutti a Trento, dove prendiamo Sara e Aleksandra, ci presentiamo e scendiamo tra le curve ignote della Vallarsa, che mi impediscono di dormire, ma va bene, si chiacchera per conoscerci meglio!

Arriviamo a Monte di Malo ma la nostra guida spirituale per la grotta è al bar, così chiaramente raggiungiamo il mitico e bellissimo Boa al Bar, dove ci salutiamo con caffè e briochesssss...

Boa è con altri amici, tra cui Miguel, Angela, una bionda della quale non ricordo il nome, Fabio e una altro simpaticone con gli occhiali....

 

Eh si... non sembra vero, ma anche per noi speleo arriva il momento della gita in cui ci si prepara per entrare.

Sono le 10.00 che entriamo.

Siamo un bel numero (che non ricordo) ma so che siamo un mix di trentino-marchigiani, padovani, vicentini TUTTI SPELEIIIIII

Prima di andare a ingozzarci, decisi, andiamo a fare un giro in questa fantastica cavità; andiamo al Ramo Morto e zone vicine al Ramo Principale. Non spaventatevi dal nome del posto, è davvero fantastico, con i suoi meandri lavorati da un'acqua ricca di pazienza e saggezza che ci ha permesso di inoltrarci nelle stanze segrete delle montagne, indi per cui un'acqua rispettabilissima. 

Andiamo vogliosi di vedere tutta questa magia di meandri, laminatoi, sale e laghetti, ma senza mai dimenticarci di guardare dietro di noi per vedere di non seminare qualcuno nel tragitto, vista la vastità di bivi e ramificazioni del complesso. Sarebbe davvero interessante provare a doversi arrangiare nel trovare la strada giusta, ma sarà un altro giorno, oggi si pensa a divertirsi prima del vero divertimento.

All'andata avevamo lasciato viveri e liquidi utili per il simposio alcolico dietro un sasso all'inizio della Sala da Pranzo che si presentava chiaramente vuota. Voi capirete la difficoltà nell'attraversarla a ritroso dopo il giretto, con un numero fantastico di persone agghindate da renne, babbi natale, alberi di natale, cavalli e grigliatori di polenta e salsicce. Bellissimo.

Raggruppiamo i sacchi e estraiamo ciò che è davvero utile: vino, grappa, vino, panini, vino, panettoni, vino, pandori e vino. 

Non sto a raccontarvi la festa, così alla prossima si sceglierà una sala ancora maggiore, visto che verrete anche voi!

Posso solo dirvi che vi siete persi un connubio fantastico di Speleologi mezzi sani, armati di chitarra, voci stonate e tanto buon e sano divertimento.

Ringrazio l'S-Team che ha organizzato e TUTTI quelli che han partecipato e hanno reso speciale l'evento.

Un grazie a Lorenzo K Rossato e Federico Tesoro Mattedi a cui ho rubato le foto!!!

Alla prossimaaaaa!!!!

 

Carletto

Gruppo Speleologico di Lavis

Con più di quarant'anni di attività alle spalle, il gruppo speleologico di Lavis continua a guardare avanti. Su questa piattaforma qualche assaggio delle uscite e appuntamenti organizzati.